Lievitazione naturale

 

  

Perché la lievitazione naturale?

 

 

Il pane a lievitazione naturale ha degli indubbi vantaggi sia da un punto di vista organolettico che nutrizionale. Viene infatti anche raccomandato dai dietisti in caso di manifeste intolleranze ai prodotti commerciali. 

Profumi e gusto ineguagliabili. Nessun lievito prodotto dall'industria riesce ancora a raggiungere il caratterisitco "profumo del forno" espresso da un buon lievito naturale.

Indice glicemico (GI) circa la metà del pane tradizionale. (l’acidità inibisce parzialmente l’enzima alfa-amilasi e quindi crea meno glucosio)

Sia perché normalmente panificati con farine meno raffinate, sia per motivi di metabolismo degli zuccheri, i pani a lievitazione naturale hanno un indice glicemico (GI) nettamente inferiore.

Utilizzate farine meno raffinate e quindi con GI inferiore (più lenta l’idrolizzazione dei granuli di amido che sono più grossi)

Lunga conservazione. Mollica più densa perché glicerinata

Pane parzialmente raffermo perché mangiato dopo giorni (ma ancora ottimo): retrogradazione degli amidi. (GI diminuito)

Il pane a lievitazione naturale, non viene normalmente consumato fresco bensi nei giorni successivi a quello di produzione. Questo dona degli indubbi vantaggi nutrizionali.

Sensazione prolungata di sazietà dovuta alle fibre presenti ed alla mollica consistente creata dai prodotti del metabilismo.

Parziale pre-digestione del glutine durante la fermentazione. Migliore tollerabilità e migliore digeribilità.

Abbattimento dell’Acido Fitico, caratteristico dei pani integrali a lievitazione tradizionale. L’Acido Fitico è un fattore antinutrizionale tipico che provoca impoverimento di Sali Minerali nell’organismo.

No “purine” prodotte dall’eccesso di lievito commerciale. (Calcoli renali)

Presenza di micro-elementi come le vitamine ed i sali minerali caratterisici della farine integrali.

IL LIEVITO DI PASTA MADRE E' PRONTO PER L'UTILIZZO

Pane a lievitazione naturale

Benefici per la salute

 

 

 I cibi a fermentazione naturale devono essere la base della nostra dieta, per la loro ricchezza aromatica, sicurezza ed alto valore nutritivo.

 La digeribilità del pane a lievitazione naturale è data dal processo enzimatico che avviene nel corso della fermentazione ed aumenta la disponibilità di carboidrati facilmente digeribili e proteine.

Maggiore senso di sazietà post-pasto. Questo è dovuto alla presenza di Lacto-Bacilli che alterano l’interazione Glutine/Amido. Effetto sul glucosio post-prandiale nel sangue e sulla insulina. Abbassamento dell’indice glicemico. 

L’Acidità del pane a LN garantisce un abbassamento del contenuto in micro-organismi patogeni del cibo. Effetto benefico sulla flora intestinale.

Mediante l’utilizzo del LN è possibile produrre pani al 100% di segale ed integrali di frumento, senza l’aggiunta di prodotti chimici di acidificazione.

Vantaggi per l’elevato valore nutritivo e per il contenuto di fibra. Prevenzione di malattie cardiovascolari.

Il pane a LN non ha bisogno dell’aggiunta diconservanti per aumentarne la durata. (shelf-life)

Eliminazione degli anti-nutrienti come l’Acido Fitico.

Previene demineralizzazione di Zn/Mg/Ca/Fe.

Degradazione delle mico-tossine presenti nelle farine.

La presenza di Aceto Batteri aumenta la sensazione di “sapido” al pane diminuendo perciò la necessità di salare troppo l’impasto